AEW

DYNAMITE: Risultati Fyter Fest 2 (20/07/2022)

DYNAMITE: Risultati Fyter Fest 2 (20/07/2022)

Kingston vs Jericho, la resa dei conti

AEW Pubblicato in data 21/07/2022 da Matteo Galeazzi

La seconda parte di Fyter Fest è andata in onda questa notte a Dynamite, dalla Gas South Arena di Duluth, Georgia: la conclusione di un doppio speciale che già guarda al prossimo futuro, con ROH: Death Before Dishonor questo sabato e Fight for the Fallen tra sette giorni. La AEW si dimostra sempre piena di iniziativa e con tanta carne al fuoco, ma per ora vediamo cos'è accaduto questa notte.

 

 

- Brody King sconfigge Darby Allin nel match d'apertura: al termine dell'incontro Sting viene aggredito da King e Malakai Black, venendo salvato da Miro

- Jon Moxley & Wheeler Yuta sconfiggono i Best Friends

- I festeggiamenti dei nuovi campioni di coppia Swerve Strickland & Keith Lee vengono interrotti da Tony Nese e Mark Sterling, con questi ultimi che vengono attaccati da Kevin Gates, rapper e ospite speciale tra il pubblico

- Christian Cage & Luchasaurus sconfiggono i Varsity Blondes in pochi secondi: subito dopo la fine del match fa il suo ritorno in scena Jungle Boy, che inizialmente viene fermato dall'ex partner, per poi avere strada libera dallo stesso Luchasaurus per attaccare Cage, che batte in ritirata

- Ricky Starks sconfigge Cole Karter (l'ex Two Dimes di NXT 2.0) in una open challenge per il titolo FTW. La sfida è aperta anche per settimana prossima, dove il campione affronterà Danhausen

- Jade Cargill & Kiera Hogan sconfiggono Athena & Willow Nightingale

- Viene annunciato un match per il titolo femminile AEW per la prossima puntata di Dynamite: Thunder Rosa difenderà la cintura contro Miyu Yamashita

- Chris Jericho sconfigge Eddie Kingston nel Barbed Wire Deathmatch che chiude la puntata. L'incontro ha visto l'intervento della Jericho Appreciation Society - inizialmente chiusa in una gabbia d'acciaio sopraelevata - e del Blackpool Combat Club al completo. Un alterco tra Tay Conti e Ruby Soho viene fermato da Anna Jay, che inizialmente prende le difese di Soho per poi allearsi con la partner di sempre



Fight Planet Italia

AEW Pubblicato in data 16/09/2022

AEW DYNAMITE: Risultati 14/09/2022

Semifinali del Grand Slam of Champions Tournament.

Ci ritroviamo insieme anche questa settimana per vedere cosa è accaduto a DYNAMITE. Dove, come piatto principale, abbiamo le due semifinali del Grand Slam of Champions Tournament.

 

- AEW Grand Slam of Champions Tournament Semifinal:
Jon Moxley ha sconfitto Sammy Guevara. Risultato prevedibile e pathos scarsino, ma bel match.

 

- Jungle Boy sconfigge Jay Lethal (con Sonjay Dutt e Satnam Singh). Siamo alla riscrittura delle vicende relative a Jungle Boy, dopo che l'infortunio di Christian Cage ha cambiato i piani della compagnia.

 

- Powerhouse Hobbs vince facile lo squash match contro Matt DiMartino. Interesse relativo e costruzione in vista solo dello scontro con Ricky Starks.

 

- AEW Tag Team Championships Match:
Swerve In Our Glory (Keith Lee & Swerve Strickland) sconfiggono i Lucha Brothers (Penta El Zero Miedo & Rey Fenix) confermandosi Campioni. Due tag team fenomenali, match molto bello, ma risultato troppo telefonato. Menomale deitro l'angolo ci sono The Acclaimed.

 

- Dr. Britt Baker, D.M.D. (con Rebel) & Serena Deeb vincono contro la AEW Women's World Champion Toni Storm & Athena.

 

- AEW Grand Slam Tournament Semifinal:
Bryan Danielson sconfigge Chris Jericho per sottomissione nel Main Event. I due ci relgalano un altro match combattuto e molto molto piacevole, anche quì però, risultato troppo scontato. Alla fine arriva la stretta di mano tra l'American Dragon e Mox che si affrontereanno in finale per decretare chi tra i due sarà il prossimo AEW World Champion.


Fight Planet Italia

AEW Pubblicato in data 10/09/2022

Reboot. E neanche tanto d’autore.

La AEW riparte dopo ALL OUT. Si poteva fare meglio?

Quanto successo nel post ALL OUT ha segnato il punto più basso nella storia della giovane All Elite Wrestling. La federazione si è trovata così a dover prendere velocemente decisioni importanti e che fossero anche un monito per l’intero spogliatoio.

 

CM Punk, Young Bucks e Kenny Omega sospesi. Titolo Mondiale e titoli Trios resi vacanti. Quest’ultimi hanno già dei nuovi padroni, i Death Triangle (Lucha Bros & PAC). I quali hanno sconfitto i Best Friends a DYNAMITE. Mentre per il titolo mondiale è nato l’AEW Grand Slam of Champions Tournament.

 

Concept giusto, per carità. Ma al netto del disastro venutosi a creare, per me è un’occasione persa. Il prestigio dei vari campioni lo ripeto che ha la sua logica, non è del tutto sbagliato. Ma visti i tempi, l’occasione era ghiotta per provare magari a spingere un po’ più in alto qualche nome davvero nuovo. Quantomeno nuovo in ottica di World Championship.

 

Certo che se la vittoria del torneo va a uno tra Sammy Guevara o Darby Allin, un po’ rientrerebbe nel discoro fatto pocanzi. Ma sinceramente non ce li vedo come portabandiera della AEW a livello di Campioni Mondiali, per niente. Soprattutto non prima di MJF. Anche se in questo senso, un’eventuale feud dove il Salt Of The Earth potrebbe giocare proprio su ciò, sarebbe sicuramente centrato anche in termini di storytelling a lungo termine. Però diciamocelo, MJF è sì un grande, ma non si sorprenderà nessuno quando sarà World Champion, anche dovesse accadere in questo momento. E lo meriterebbe sia chiaro.

 

E sempre a proposito di World Championship, AEW Grand Slam of Champions Tournament e storytelling a lungo termine, quanto accaduto a DYNAMITE tra MJF e Moxley può farci pensare ad una più che probabile conferma di Mox come primo (quello a interim la fed non lo considera un regno effettivo) 3x AEW World Champion della storia. Una scelta di sicuro in linea con ciò che Mox porta sul ring in questo momento, anche nel rappresentare degnamente la compagnia con sentimento e passione tangibile a ogni promo.

 

Però per quanto sia leggendario Mox e per quanto siano leggendari e non certo dei campioni da bocciare eventualmente anche Chris Jericho e/o Bryan Danielson, secondo me sarebbero l’ennesimo autogoal. Specialmente proprio Mox. Uscito malamente dal Main Event di ALL OUT, con una sconfitta che ha reso vana e ridicola la vittoria squash di qualche settimana prima. La credibilità conta nel wrestling. Così come saper intravedere, nei momenti bui, quel piccolo spiraglio di luce che porta alla salvezza. Magari affidandosi a qualcuno che sia diverso dai “soliti noti”. Anche proprio per dare al pubblico la sensazione effettiva di cambiamento, panzana che in AEW è andata a singhiozzi.

 

Nomi nuovi, un World Champion nuovo che magari non ha la fama dei sopracitati, ma che incarna meglio lo spirito di ciò che la promotion si era prefissata di essere tre anni fa. Uno alla Eddie Kingston (solo un esempio il mio) per dire, uno che non t’aspetti diventi Campione, ma che non è nemmeno David Arquette. Insomma uno che non ha il pedigree dell’essere stato in WWE, che non ha il look o nemmeno il fisico scolpito.

 

Dopo tre anni si poteva osare, invece per ora si continua con l’usato sicuro, peccato.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.


Fight Planet Italia

AEW Pubblicato in data 09/09/2022

AEW DYNAMITE: Risultati 07/09/2022

Puntata imperdibile dopo i fatti di ALL OUT!

Dopo ALL OUT e il casino successo nella conferenza post show con la rissa tra CM Punk e la Elite (Young Bucks & Kenny Omega) a DYNAMITE è tempo di fare chiarezza e prendere seri provvedimenti.

 

Ci pensa direttamente Tony Khan. Propio lui apre le danze annunciando, senza entrare nel merito del post show del ppv, che sia l'AEW World Championship sia gli AEW World Trios Championships sono stati resi vacanti. Le cinture Trios avranno da subito dei nuovi padroni, con il match di questo episodio tra Death Triangle e Best Friends. Per il World Championship, invece, viene instituito un torneo tra ex Campioni (mondiali o TNT) che si chiuderà con la finalissima a “Grand Slam”.

 

– Trios Match per gli AEW World Trios Championships:
Death Triangle (Penta, Rey Fenix & PAC) sconfiggono i Best Friends (Trent?, Chuck Taylor & Orange Cassidy) laureandosi nuovi AEW Trios ChampionsThe BASTARD diventa il primo double champion nella storia della federazione.

 
AEW Interim Women’s World Championship Match:
La nuova Campionessa a interim, Toni Storm, sconfigge Penelope Ford cominciando così il suo regno in maniera solida.

 

TNT Championship Match:
Wardlow rimane campione sconfiggendo nettamente Tony Nese.

 

– Dynamite Wild Card Grand Slam of Champions Tournament Match:
Bryan Danielson sconfigge "Hangman" Adam Page dopo un altro bellissimo e intenso match tra i due, accedendo al prossimo turno. Lo aspetta il re-match con Chris Jericho.

 

La sfida verbale tra MJF (si è sentita la mancanza, troppo) e Jon Moxley, con Mox autore di un segmento tutto cuore. Il proseguirsi degli affari tra Swerve In Our Glory (assente Lee) e The Acclaimed che vede quest'ultimi super favoriti del pubblico. Contorno autorevole.

 

– ROH Pure Championship Match:
Daniel Garcia ha la meglio su Wheeler Yuta nel Main Event molto bello tra i due. Garcia si laurea così nuovo ROH Pure Champion nella cornice di casa, a Buffalo. Arriva anche Bryan Danielson per mostrare rispetto e stima. Chris Jericho non apprezza e si palesa sullo stage per insultare Danielson, il quale è già in odor di vendetta per quanto successo in ppv.