NXT

NXT 2.0: Caos e qualche infelice colpo di scena

NXT 2.0: Caos e qualche infelice colpo di scena

Ultimo NXT 2.0 prima di Stand & Deliver.

NXT Pubblicato in data 31/03/2022 da Roberto Rotonda

L’ultimo episodio prima di Stand & Deliver non offre granché di nuovo, ma va a confluire tutto il materiale costruito per l’evento in maniera da risaltarne le storie e tentare di metter più hype. Restano infelici alcune scelte che, a ridosso dell’evento che si prova a promuovere come il più importante dell’anno anche per il più giovane brand della federazione, non sembrano rafforzarne l’interesse.

 

Ovviamente il riferimento è principalmente al cambiamento del match per il titolo femminile. Laddove i dubbi di sette giorni fa sono diventati certezza. Non sarà più infatti Mandy Rose vs. Cora Jade, ma alle due si aggiungono Io Shirai e Kay Lee Ray. Con l’incontro che così diventa un Fatal 4 Way Match. Cosa che non mi piace perché svilisce totalmente la Dusty Cup che a questo punto è stata sprecata alla grande. Era il torneo prefetto per dare forza a una coppia nuova, ma si è scelto di buttare tutto all’aria con questa assurda decisione. Che inoltre toglie tanto al match per il titolo in sé, che così perde l’appeal che Rose e Jade avevano saputo dare alla loro rivalità narrativamente.
A ciò aggiungiamoci anche che Dakota Kai, colpita dalle Toxic Attraction che lei stessa aveva fronteggiato, è stata soccorsa da Raquel Gonzalez. Le due prima si sono guardate con sospetto, per poi abbracciarsi e alzare al cielo i titoli di coppia. Ed ecco che il Dusty Rhodes Tag Team Classic maggiormente racconta un totale no sense e, lo ripeto, un’occasione buttata via.

 

Per quanto riguarda i risultati, vince Nikkita Lyons contro Sloane Jacobs. Successo anche per Joe Gacy contro Draco Anthony, vittoria anche per Von Wagner su Bodhi Hayward.
Ivy Nile sconfigge per sottomissione Tiffany Stratton, anche per via della distrazione causata da Sarray. Importante anche la vittoria di Briggs & Jensen sui Legado del Fantasma (Wilde & Mendoza) che potrebbe voler significare qualcosa per le settimane che seguono. Bene anche che Fallon Hanley è risultata decisiva per arginare Elektra Lopez.

 

Certamente i due match più importanti erano l’opener e il Main Event, ovviamente.
Nel primo c’è stata la sfida tra Imperium al completo e il trio formato da LA Knight & MSK. Incontro piacevole che ha visto verso la fine Gunther e Knight finire a combattere nel backstage. Aichner & Barthel dunque ne hanno approfittato portando a casa il match grazie all’italiano. Un modo solito come preview che mette insieme più lottatori che poi andranno a collidere, in faide personali, all’evento.

 

Nel secondo, sicuramente il match più atteso della serata, nonché il migliore, A-Kid, Roderick Strong e Cameron Grimes si sfidano per aggiudicarsi l’ultimo posto a disposizione nel Fatal 5 Way Ladder Match per l’NXT North American Championship. E, come anticipato sette giorni fa, le sensazioni sulla vittoria di Grimes si sono confermate per nostra gioia. Troppo “fresco” A-Kid, ormai fuori dai piani seri Roderick Strong. Poteva mancare a fine match la classica maxi rissa con tutti quelli coinvolti a chiudere lo show? Il più classico dei classici. Ma ci sta.

 

Puntata che vede inoltre i diversi contributi video dei vari protagonisti di Stand & Deliver non presenti fisicamente sul ring, altro classico marchio tipico della compagnia, che però queste cose le sa fare molto bene. Direi infatti che sono riusciti a mettere più hype con questi video che con i fatti successi in serata.

 

NXT Stand & Deliver chiuderà il primo importante capitolo di NXT 2.0 e ne aprirà conseguentemente uno tutto nuovo, come sempre, ai posteri l’ardua sentenza.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.



Fight Planet Italia

NXT Pubblicato in data 15/06/2022

NXT 2.0: Risultati del 14/06/2022

Toxic Attraction al completo nel main event di oggi.

Anche questa settimana NXT 2.0 va in onda dal Performance Center di Orlando, Florida con una nuova puntata, che porta allo sviluppo di Great American Bash, evento previsto per il prossimo 5 luglio. E per il quale si fa avanti uno sfidante inaspettato per Bron Breakker...

 

 

- The Creed Brothers sconfiggono Edris Enofè e Malik Blade, confermandosi campioni di coppia: poco dopo il match Roderick Strong mette in dubbio il loro comportamento delle ultime settimane, con i fratelli Creed che di tutta risposta dicono di aver fissato un incontro per Strong e Damon Kemp per la prossima puntata. Il leader della Diamond Mine non sembra convinto, ma dopo un incoraggiamento di Ivy Nile accetta la proposta

 

- Fallon Henley sconfigge Tiffany Stratton grazie a una distrazione di Wendy Choo

 

- Wes Lee sconfigge Xyon Quinn

 

- The Dyad sconfiggono Dante Chen e Javier Bernal: i seguaci di Joe Gacy non vengono ancora rivelati

 

- Tony D'Angelo si presenta con tutta la famiglia, inclusi i Legado Del Fantasma: dopo aver reso chiare le sue intenzioni, ovvero di volere un titolo alla vita, viene interrotto da Carmelo Hayes e Trick Williams. Più avanti durante la serata i due sconfiggono Troy “Two Dimes” Donovan e Channing “Stacks” Lorenzo

 

- Bron Breakker sconfigge Duke Hudson, confermandosi campione NXT: al termine dell'incontro Cameron Grimes sfida il figlio d'arte a un match titolato per Great American Bash

 

- Giovanni Vinci (l'ex Fabian Aichner) sconfigge Guru Raaj

 

Roxanne Perez, Cora Jade e Indi Hartwell sconfiggono la Toxic Attraction al completo nel main event


Fight Planet Italia

NXT Pubblicato in data 12/06/2022

WWE NXT 2.0: Apollo is back!

Analisi NXT 2.0

Con In Your House consegnato agli archivi, NXT 2.0 guarda avanti costudendo le faide che animeranno la strada per The Great American Bash, offrendo un primo appuntamento divertente e ricco di avvenimenti importanti per i mesi a venire. Ma cosa ha reso questo prima passo verso il prossimo special del brand multicolore così interessante?


Da il via alla serata il nuovo campione Nord Americano Carmelo Hayes che respinge la sfida di Solo Sikoa per il titolo appena conquistato ed infierisce sul samoano insieme a Graycon Waller,intervenuto per ribadire a Sikoa come non basti avere delle parentele illustre per ottenere una Title Shot; uno scontro verbale che finisce con il samoano attaccato dai tre, portando Solo a sfidare Waller ed Hayes in un handicap match diventato poi un tag match grazie al ritorno ad NXT di Apollo Crews, riuscendo così a vincere la contesa. Un risultato che serve per continuare la narrazione tra Solo e Carmelo per il North American Championship oltre che al futuro impegno per Apollo che si prospetta molto più ambizioso.

 

Come riportato pocanzi, Apollo Crews fa il suo ritorno nel terzo brand di casa Stanford per “accettare” la lopen challenge lanciata da Bron Brakker,anche se non viene data una data preciso dell’incontro. Un rientro piacevole, dato che va ad interrompere l’assenza dagli scermi dell’ex Principe Nigeriano, ma che non va ad alterare più di tanto le aspettative dello scontro tra Crews ed il figlio di Rick Steiner dato che un alta sconfitta da parte in componente del main roster , ed la eventuale perdita del titoli, andrebbero a compromettere la credibilità. Fa sorridere la perdita dell’accento nigeriano, marchio distintivo della sua gimmick, ricordando quasi momento in cui Koffi Kingston perse la sua parlata giamaicano durante Raw anche se in questo caso, più che una dimenticanza, sembra essere una scelta effettiva: un vero pervago visto che la gimmick del principe straniero, nonostante rappresenti un ever green di un altro tempo, era interpretata molto vabene da Apollo ricascando ad essere meno anonimo. 

 

Prime tenzoni nella famiglia allargata D’Angelo ed il Fantasma del Legado durante il match tra Nathan Frazer e Santos Escobar, vinto dall’ex NXT UK grazie anche ad un "autogol" di Santos che rifiuta di usare un piede di porco nelle battute finale passatogli dai compagni di D'Angelo, il tutto poi aggravato dalla presenza al tavolo dei commenti di Tony D’Angelo, intento a sminuire il messicano partendo dal suo parco mosse mandandolo così su tutte le furie. Una linea narrativa che sembra puntare verso una implosione del gruppo, e che potrebbe far arrivare ad uno scontro tra i capi delle famiglie.

 

Continuano le divergenze anche nel Diamond Mine con Roderick Strong che prima si congratula con i Creed Brothers per la performance di NXT:In Your House e poi si arrabbia con loro dopo che i due concedono un match titolato per prossima settimana a Malik Blade e Edris Enofè con molta leggerezza. Una reazione quella di Strong che potrebbe portare ad una sua dipartita dalla stable, in virtù anche dei rumors che riportano di un suo prossimo abbandono dalla WWE.

 

Viene pubblicizzato il debutto del fu Fabian Aichner, ora Giovanni Vinci, per prossima settimana tramite un promo che continua sulla falsa riga di quello precente; un presentazione che, visto il marcato rimando alla componente del lusso e del prestigio sociale, potrebbe far pensare ad personaggio Heel, andando a creare una caratterizzazione interessante e che si speri Fabian possa trasporre al meglio nonostante le sue origini non proprio italiane.

 

Vince la finale del NXT Breakout Tournament Roxana Perez battendo Tiffany Stratton al termine di un match condotto senza particolari colpi di scena ma che vede come vincitrice morale la bionda figlia di papà grazie ad una performance che mette in risalto tutto il suo potenziale. Una festa quella dell’allieva di Booker T che viene interrotta dalle Toxic Attraction arrivate per far desistere la giovane roockie dallo sfidare Mandy Rose per poi attacare Perez e Cora Jade(arrivata per festeggiare con l’amica) salvo poi vedere queste ultime insieme ad Indie Heartwell cacciare il team delle Heel. Un faccia a faccia che vedrà lei sei affrontarsi in un match a squadre ma che sembra già annunciare i furi scontri tra Mandy e Perez per il titolo femminile mentre la coppia Jade-Heartwell potrebbe tentare l’assalto ai titoli di coppia ben saldi a Jacy Jayne e anche se, in quest’ultimo caso, potrebbe essere tutto molto in bilico visto il presunto infortunio della rossa delle Toxic avvenuto durante la registrazione dello stesso match e che, stando ai rumors, sarebbe risulto senza danni gravi.

 

In conclusione, l’episodio post Premium Event del vivavio della WWE risulta un appuntamento godibile caratterizzato dal un buona narrativa che viene sviluppata in maniera coerente ed un lottato decente, con un picco nella finale del torneo che però poteva(e doveva) regalare qualche emozione in più. Fa il suo effetto anche il ritorno di Apollo Crews che, nonostante non abbia lasciato un segno nel brand giallo e nerp e sia stato assente per molto tempo nel main roster, da una scossa alle gerarchie dello show mettendo hype per le prossime puntate. Un buon primo passo in vista di The Great American Bash, e che fa ben sperare per inprossimi appuntamenti.


Fight Planet Italia

NXT Pubblicato in data 06/06/2022

WWE NXT 2.0: Un buon HOUSEpicio!

Analisi di NXT

Retrogusto amaro per NXT: In Your House che, nonostante il poco hype, non smentisce la sua natura da evento di transizione venendo consegnato agli archivi senza andare a creare particolari capovolgimenti all’interno delle dinamiche nel vivaio della WWE. Ma cosa ha gravato sulla resa finale del Premium Event di sabato notte tanto da renderlo un appuntamento poco interessante?

 

Apre lo speciale il faccia a faccia tra famiglie vinto da Tony D’Angelo, Stacks e Two Dimes contro il Legado del Phantasma al termine di una contesa divertente e dal ritmo abbastanza incalzante , reso però ancora più godibile grazie al pubblico, partecipe fin dai primi scambi. Sarà interessante vedere come il trio messicano, dopo tale sconfitta, si comporterà una volta unitisi alla famiglia di Tony D’Angelo e se i due gruppi saranno in grado di coesistere in futuro.

 

Difendono con successo i titoli di coppia femminili Giggi Dolin e Jacy Jayne ai danni di Katana Chance e Kayden Carter in un match a squadre meno acceso rispetto al precedente ma ben interpretato dalle quattro grazie all’ agilità delle sfidanti, che si mettono in luce grazie ad alcuni scambi e combinazioni interessanti, e con le campionesse intente ad usare la loro esperienza per riuscire a strappare la vittoria come avvenuto nel finale dove Jane colpisce Carter di nascosto, permettendo a Dolin di eseguire il Snap German Suplex decisivo per portare a casa la vittoria. Un responso prevedibile visto lo status delle sfidanti tala da non rappresentare una minaccia per il regno delle campionesse.

 

Conquista invece il suo secondo l’NXT North American Championship Carmelo Hayes ai danni di Cameron Grimes, dopo una prestazione prestazione molto solida da parte dei due ma che non si scosta da quanto potremmo vedere in un appuntamento settimanale. Un risultato che potrebbe portare alla richiesta di un rematch da parte di Grames con l'aggiunta di Solo Sikoa ai due.

 

Continua il dominio di Mandy Rose sulla categoria femminile difendendo con successo il titolo dall’attacco di Wendy Choo in un match dominato in larga parte da Rose, lasciando all’avversaria solo una timida ripresa prima di ottenere lo schieramento finale. Un risultato anche qui largamente prevedibile visto lo stato di grazia di Rose che continua ad essere una campionessa Heel credibile e capace di accentrare l’odio del pubblico su di lei.

 

Compiono l’impresa invece i Creed Brothers che, obbligati a vincere dal loro leader Roderick Strong, battono i Pretty Deadly diventando così i nuovi campioni di coppia al termine di un match che li ha visto protagonisti per gran parte del tempo, salvo soffrire in alcuni momenti all’offensiva del duo inglese ,per poi concludere la pratica nel finale grazie ad una spettacolare Shooting Star Press di Julius. Una vittoria che rimane da capire se placherà il clima di tensione all’interno della Diamond Mine, in particolare con il leader, oppure potrebbe portare ad uno scontro interno della stable.

 

Chiude l’evento la vittoria di Bron Brakker che difende il titolo di NXT riuscendo a non cedere nelle provocazioni di Joe Gacy mirate a far squalificare il campione, riuscendoci quasi nell'intento dopo aver fatto credere al direttore di gara di essere stato colpito dal figlio di Rick Steiner con la sedia, con il classica preso dal repertorio di Eddie Guerrero, salvo però poi venir fatto ricredere da un altro collega (una forzatura narrativa funzionale a non far terminare il match per squalifica ma che va a mettere in discussione tutte le volte che abbiamo visto fare questo trucchetto). Il risultato è un match molto godibile reso interessante dal forte storytelling, incentrato sui tentativi di far cedere alla rabbia Breakker da parte di Gacy, piú che sul lato lottato che potrebbe risultare non molto impressionante.

 

In conclusione, NXT: In Your House risulta uno show nel complesso piacevole da vedere ma che non crea l’atmosfera da Premium Event che ci si aspetta, caratterizzato da una buona parte iniziale dall’alto ritmo grazie all'opener ( che nonostante non preveda nulla di “importante” in palio reisce a dare pathos allo scontro), ma che si abbassa piano piano andando avanti nella serata (specie nella parte centrale) a causa dei match dal risultato troppo scontato. “Delude” il lottato che, seppur sopra la sufficienza, poteva offrire qualche cosa di più trattandosi di un Premium Event. Una occasione mancata da parte del roster multicolore che si spera potrà rifarsi in vista dello speciale del 6 Luglio (NXT: The Great American Bash), nella speranza di vedere uno spettacolo più imprevedibile come NXT ci ha abituato in passato.