NXT

di Roberto Rotonda - 29/11/2019

NXT: Il Principe si prende la scena

Puntata post WarGames e Survivor Series.

Eccoci ancora insieme per parlare di NXT. Puntata post WarGames e Survivor Series. Due eventi che hanno rivoluzionato le gerarchie dello show giallo-nero all’interno della WWE. Dove NXT è riuscito ad avere la meglio su RAW e SmackDown, nella notte dopo un WarGames eccezionale. Questa settimana abbiamo due match titolati e, per la prima volta nella storia di NXT, la sfida tra Finn Balor e Tommaso Ciampa. E non c’è maniera migliore per tornare a casa.

Lo show si apre con i festeggiamenti post Series del roster quasi al completo, interrotti dalla Undisputed Era che vuol prendersi tutti i meriti per i risultati ottenuti in ppv. Ciampa replica a Cole e compagnia, con anche Keith Lee, e con l’arrivo di Balor che se la prende con lo Psycho Killer. In questo segmento viene annunciato il match per i titoli di coppia tra Undisputed Era e la coppia Lee-Dijakovic. E anche la sfida dal sapore unico, tra i due ex NXT Champions, Tommaso Ciampa e Finn Balor.

Il primo incontro è proprio quello per gli NXT Tag Team Championship. Un bell’inizio, peccato solo per l’infortunio in corso di Bobby Fish, sostituito durante il match da Roderick Strong. I campioni difendono con successo le cinture, nonostante il cambio partner. Davvero un bel match, dove abbiamo visto di che pasta sono fatti Lee e Dijakovic anche come team. Sui ragazzi della Undisputed Era c’è davvero poco da dire, si scambiano che è un piacere e la qualità non ne risente. Arriva anche la solita interferenza di Cole, a cui Lee fa fare un viaggio gratis tra il pubblico in un OMG Moment degno di essere citato. Rematch molto probabile.

La prima sfida singola invece è quella tra Mansoor e Shane Thorne e vede la vittoria del primo. Incontro ben lottato e vittoria che va a rimpolpare le fantasie saudite. Onestamente non ce lo vedo con una cintura alla vita. Anche perché il suo personaggio è bookato in maniera ridicola. Vince la 50-Man Battle Royal a Super Showdown, vince contro Cesaro a Crown Jewel. Nel mezzo il nulla. Boh. Maledetto denaro. Vediamo cosa tirano fuori.

Cambiamo registro e passiamo alle cose fatte invece alla perfezione. Il turn heel di Dakota Kai è stato inaspettato e costruito ottimamente. L’incontro odierno tra la neozelandese e Candice LeRae, è solo la continuazione di una storia che è appena cominciata. Molto bello il match, che dimostra ancora una volta quanto sono brave le ragazze di NXT. Vince LeRae per squalifica dopo che Kai, in pieno stile heel, la colpisce con la ginocchiera strappata via a Tegan Nox a WarGames. L’attacco continua fino a quando arriva Rhea Ripley a salvare l’amica e Kai se ne va.

Secondo match titolato che segue la scia di Survior Series. Visto che l’NXT Cruiserweight Champion, Lio Rush, deve difendere il titolo contro la Superstar di RAW, Akira Tozawa. Altro bellissimo incontro per la categoria dei pesi leggeri, capace di sfornare sempre wrestling di alta fattura. Rush difende con successo e aspetta nuovi avversari.

Chi un avversario sembra averlo trovato, è Shayna Baszler. La campionessa, assieme a Jessamyn Duke e Marina Shafir ha attaccato Xia Li, dopo che quest’ultima aveva appena sconfitto Vanessa Borne. La nostra regina, vincitrice del Main Event di Survivor Series, ha poi fatto un promo a tema, su come lei abbia sconfitto Bayley e Becky Lynch. È qui che è arrivata Rhea Ripley. L’australiana prima si è congratulata, poi ha detto che la prossima volta che le due si affronteranno sarà per il titolo di NXT Women’s Champion, e lei batterà Baszler. Ripley sembra essere molto pronta per cominciare la sua era, alla stessa maniera in cui la Queen Of Spades forse non può fare più di quanto fatto. Dopo il risultato delle Series poi, un suo avvicendamento in uno degli altri due show, non è così improbabile. Se ciò dovesse non accadere, però, non è che sarei dispiaciuto, anzi. Teniamocela stretta.

E arriviamo alla fine con il Main Event tra Finn Balor e Tommaso Ciampa. Incontro equilibrato, molto fisico. Deciso dall’interferenza di Adam Cole che colpendo lo Psycho Killer, approfittando anche della distrazione dell’arbitro, ha fornito l’assist decisivo per la 1916 DDT che è valsa la vittoria a The Prince. Con Cole e Balor rimasti in piedi a centro ring, quest’ultimo ha colpito l’NXT Champion con un Pelé Kick come colpì Gargano. Andando così a confermare ancora una volta le sue intenzioni da quando è tornato. Altra settimana, sempre tanta carne al fuoco, altro buon episodio. NXT è sempre un piacere da vedere.

Alla prossima.

di Roberto Rotonda - 17/01/2020

NXT: EST di nome e di fatto

Prosegue il Dusty Rhodes Tag Team Classic.

Benvenuti con il consueto appuntamento settimanale dedicato a NXT. Che questa settimana offre, tra le altre cose, il Main Event femminile con la Battle Royal che dà l’opportunità di avere un match per l’NXT Women’s Championship a NXT TakeOver: Portland.

Partiamo con Keith Lee che sale sul ring per mettere in guardia il rivale Roderick Strong. Lee viene attaccato dalla Undisputed Era al completo, che prova a infortunarlo con un colpo vile al piede bloccato tra una sedia, è “salvato” poi dall’arrivo di Tommaso Ciampa. Anche se le sue condizioni sono da valutare in vista del match titolato di settimana prossima. Un gran bell’avvio scoppiettante che va a continuare la rivalità tra la stable degli All Champs e i rispettivi rivali di queste ultime settimane.

Tempo di primo turno del Dusty Rhodes Tag Team Classic. Con la sfida tra la nuova coppia rinominata The BroserWeights (Matt Riddle & Pete Dunne) e il team di Mark Andrews & Flash Morgan Webster da NXT UK. Per me uno dei due match più belli della serata. Nonostante l’abbastanza prevedibile vittoria dei primi, una sfida che è stata un inno al tag team wrestling. Ogni qual volta vedo gli incontri di coppia di NXT, anche quelli meno recenti, mi chiedo come mai poi in quello che è considerato il Main Roster non si riesce a mantenere un livello simile. Riddle e Dunne sfideranno Aichner e Barthel della Imperium, divertimento assicurato.

Ciampa sale sul quadrato per ribadire nuovamente le sue intenzioni di riavere Goldie tra le mani. Arriva ancora la Undisputed Era al completo per attaccarlo. È Johnny Gargano a irrompere in difesa dell’ex compagno di coppia #DIY. #DIY che torneranno insieme in quel di Worlds Collide per sfidare, dopo aver accettato la proposta via twitter di Trent Seven, proprio i Mustache Mountain (Trent Seven & Tyler Bate). Match che promette molto bene.

Altro giro per il primo turno del Dusty Rhodes Tag Team Classic. Forse la sfida più attesa, complice il riformarsi di una coppia storica che ha caratterizzato la scena Giapponese. Quella di Kushida & Alex Shelley contrapposti ai Grizzled Young Veterans (Zack Gibson & James Drake). Un match bello, ben lottato. I britannici hanno talento e lo hanno mostrato ancora una volta, sono davvero un bel team. Mi ha comunque sorpreso l’eliminazione dei furono Time Splitters. Pensavo, un po’ come tutti del resto, che sarebbero approdati alla semifinale. Però visto il post show e l’annuncio che gli altri team del roster devono prepararsi alla loro ascesa, saranno futuri campioni, magari contro quei Bobby Fish e Kyle O’Reilly con cui hanno avuto sfide memorabili ai tempi della NJPW. Glie lo auguro. Ho letto in giro molte lamentele a riguardo di questa scelta. Forse hanno fatto il tabellone prima di avere l’ufficialità di Shelley, per cui Kushida si è trovato dalla parte della Undisputed Era quando ancora la “reunion” non era ufficiale. Una semifinale che, per quanto fosse affascinante, sarebbe stata dunque uno spreco. Per essere unica e particolare, doveva essere la finale. Questo è quanto almeno ipotizzo io.

Il prossimo è il triple threat match tra Tyler Breeze, Lio Rush e Isaiah “Swerve” Scott. Chi vince ha un posto nel match titolato di Words Collide per sfidare l’NXT Cruiserweight Champion Angel Garza assieme a altre due superstar provenienti da NXT UK. Ed è anche l’altro dei due match più belli della serata. Incontro davvero molto bello, è un vero piacere che la WWE abbia deciso di “relegare” il titolo dei pesi leggeri a NXT. Questi ragazzi ci regalano sempre bellissimi incontri. Mi ricorda molto il periodo in cui la WCW faceva esibire i suoi talenti cruisers prima delle big star, offrendoci uno spettacolo da paura. È Scott alla fine a trionfare, vediamo se sarà il suo momento.

E chiudiamo con la Battle Royal che dà l’opportunità di avere un match per l’NXT Women’s Championship a NXT TakeOver: Portland. Come sempre stipulazione che offre tanti spunti. L’esordio del neo acquisto Mercedes Martinez, il ritorno di Tegan Nox e quello di Shayna Baszler. O gli intrecci con le varie rivalità tra le atlete. Baszler e Martinez che vanno faccia a faccia è un qualcosa di poetico, visto i loro trascorsi fuori dalla WWE. Non sono mancate le sorprese, con Shotzi Blackheart che ha eliminato Baszler tra il delirio della folla. O Dakota Kai (che non era tra le partecipanti) che è arrivata per eliminare Tegan Nox. Alla fine sono rimaste Io Shirai e Bianca Belair a giocarsela, altro rifacimento alla loro rivalità recente. La EST of NXT è riuscita a avere la meglio vincendo il match. Ora sfiderà o Rhea Ripley o Toni Storm, dipende da Worlds Collide. Ripley ora come ora ha uno status troppo al di sopra di tutte, specie per il modo in cui ha ottenuto il titolo battendo una Baszler che aveva addirittura vinto il Main Event di Survivor Series. Quindi pare essere una sfida segnata in partenza, ma mai dire mai.

Una bellissima puntata a mio avviso. Abbiamo Mercedes Martinez come nuovo acquisto ufficiale, una delle più grandi lottatrici in circolazione e una delle migliori di sempre, a detta anche di Beth Phoenix, scusate se è poco. Alex Shelley resterà ancora a NXT, nonostante non ci sono ancora notizie di una firma con la compagnia. Poi c’è tutto il resto che ci fa amare il brand giallo-nero ogni settimana di più. E stiamo entrando nel periodo che ci porta a WrestleMania. Goduria.

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.


Continua a leggere
di Roberto Rotonda - 10/01/2020

NXT: Nuovo Sfidante al North American Title

Ma anche l’inizio del Dusty Rhodes Tag Team Classic.

Primo appuntamento dell’anno nuovo per NXT. Dove l’attenzione è soprattutto per l’inizio del Dusty Rhodes Tag Team Classic e per il Main Event, con il No. 1 contender match per l’NXT North American Championship tra Keith Lee, Dominik Dijakovic, Cameron Grimes e Damian Priest.

La puntata si apre con Rhea Ripley, la nuova NXT Women’s Champion inizia a parlare e risuona la theme di Toni Storm. Che apre una possibile futura sfida tra le due, Kay Lee Ray non ci sta e si palesa sulla rampa. Arrivano poi Io Shirai, Bianca Belair e Candice LeRae. Parte la rissa e, come al solito, viene annunciato un tag team match a sei superstar. Ripley, Storm e LeRae vs Lee Ray, Shirai e Belair. Come consuetudine di questa stipulazione, succede un po’ di tutto. Alla fine è decisivo l’abbandono della Giapponese a seguito di una lite con la EST of NXT che, persa la parità numerica, significa sconfitta. Bel match e ottima partenza, mi auguro che i volti delle superstar impegnate più che altro a NXT UK, non siano solo di passaggio.

Il prossimo incontro è il primo del Dusty Rhodes Tag Team Classic. A sfidarsi abbiamo The Forgotten Sons (Steve Cutler & Wesley Blake w/ Jaxson Ryker) contrapposti alla Imperium (Fabian Aichner & Marcel Barthel). Un match dai ritmi veloci, molto molto bello. Ottimo lottato, partenza super nel primo turno del torneo. Davvero un gran bel match, la vittoria degli europei mette forse un po’ in ombra i rivali, che secondo me meriterebbero anche di vincere i titoli. Però di tempo ce n’è. Ovviamente fa piacere vedere il nostro connazionale sotto le luci della ribalta, anche perché è un’atleta eccezionale e in coppia col tedesco offrono sempre ottime performance. Difficile sarà il prossimo turno, la semi finale, dove molto probabilmente dovranno affrontare Matt Riddle e Pete Dunne.

Nel primo 1-on-1 della serata, Austin Theory ha la meglio su Joaquin Wilde. Contesa abbastanza veloce e vittoria che continua il lancio del giovane Theory verso lidi più alti all’interno del brand. Wilde potrebbe concentrarsi sulla categoria dei pesi leggeri, e me lo auguro visto le sue capacità.

Secondo match, sempre primo turno, del Dusty Rhodes Tag Team Classic. Sfida suggestiva tra i due team campioni di coppia dei rispettivi roster. Undisputed Era (Kyle O’Reilly & Bobby Fish w/ Adam Cole e Roderick Strong) vs Gallus (Wolfgang & Mark Coffey). Match molto fisico, che gli NXT Tag Team Champions portano a casa grazie alla solita interferenza di Adam Cole. I campioni di coppia di NXT UK escono di scena senza la sconfitta pulita, e il che è sicuramente buono per loro. Ora, dopo l’incredibile annuncio di Alex Shelley come partner di Kushida, mi aspetto una bella semi-finalona dal sapore old school, almeno per me, tra reDRagon e Time Splitters. Se non sapete di cosa sto parlando, cercate su YouTube per avere una sorta di anteprima e capire lo spettacolo a cui potremmo assistere. Non vedo l’ora! Grizzled Young Veterans permettendo. Ah, se non sapete Shelley chi è, male, molto male.

Johnny Gargano arriva sul ring per farsi beffa di Finn Balor, con un promo molto buono. L’irlandese arriva sulla rampa per controbattere e ufficializzare il loro match per il prossimo evento TakeOver, NXT TakeOver: Portland. Una rivalità costruita ottimamente, e ancora questi due super talenti si devono affrontare sul ring, sarà un incontro di quelli da ricordare.

Nella prossima sfida si scontrano Mia Yim e Kayden Carter. La prima vince senza troppe difficoltà, a fine match arriva Chelsea Green e mette entrambe KO, con Robert Stone che annuncia il suo brand e la canadese come prima scelta assoluta tra i “free agent” migliori da poter selezionare. Vediamo come si svilupperà questa stable e chi saranno i componenti. Finalmente l’ex IMPACT Knockuts Champion ha un ruolo in pianta stabile nel brand giallo-nero.

Tommaso Ciampa vuole che la sua amata Goldie torni tra le sue braccia. E sicuramente prima o poi la riavrà, si merita un 2020 straordinario, dopo quello che ha passato proprio sul più bello quand’era Campione.

Siamo arrivati al Main Event. No. 1 contender match per l’NXT North American Championship tra Keith Lee, Dominik Dijakovic, Cameron Grimes e Damian Priest. Match davvero spettacolare e solido. Dove tutti e quattro i lottatori accarezzano la vittoria. Che, forse anche troppo prevedibilmente, va a Keith Lee. E penso che anche per gli spettatori il risultato non sia mai stato in dubbio. Visto come Lee ha chiuso il 2019 da assoluto protagonista. Non solo di NXT, ma di tutta la WWE, nella rivalità tra il brand giallo-nero e i rispettivi rivali, poi culminata a Survivor Series. Sicuramente l’avversario ideale per Strong, sia per eventualmente sconfiggerlo, sia per continuare il suo regno magari grazie all’aiutino della Undisputed Era, allungando quanto basta la faida. Vediamo.

Una puntata molto buona, che ha offerto tanti nodi da snocciolare. Un modo perfetto per cominciare il 2020. Anno in cui mi auguro, con tutto il cuore, di vedere NXT nella card di WrestleMania con qualche match magari titolato.

 Anche per oggi è tutto. Alla prossima.


Continua a leggere
di Roberto Rotonda - 27/12/2019

NXT: Holidays Special

Puntata speciale in occasione delle festività.

Buone feste e benvenuti con un nuovo appuntamento dedicato a NXT. Questa settimana puntata speciale in occasione delle festività. Non sono mancati gli spunti. Su tutti i debutti di Shotzi Blackheart e Austin Theory.

Cominciamo con il primo match della serata. Roderick Strong apre la puntata, mettendo il titolo di NXT North American Champion in palio, con la sua open challenge. A sorpresa risponde il debuttante Austin Theory, wrestler messo sotto contratto da poco e che abbiamo potuto conoscere grazie ai suoi trascorsi in EVOLVE. Match bello e abbastanza equilibrato, il campione resta tale dopo aver fatto cedere il rivale. Nessuna sorpresa, ma bell’esordio per il giovane Theory, ragazzo dal futuro brillante. Prevedibile il risultato, ma buonissimo il racconto del lottato.

Stesso discorso per la sfida tra Gentleman Jack Gallagher e Isaiah “Swerve” Scott. Due talenti puri, capaci di regalare sempre buoni match e non far annoiare il pubblico. Nonostante non vi sia alcuna storyline tra i due. Lavorano bene e regalano un buon incontro. Promossi. A vincere è Scott che, mi auguro, farà il passo successivo nel 2020.

Primo incontro per la divisione femminile. Taynara Conti affronta Candice LeRae. Match non male, considerando anche il minutaggio non elevato, tra due lottatrici che sono sempre una garanzia. Taynara è molto migliorata dagli esordi e si è ritagliata il suo spazio, una ragazza con del potenziale che per me ancora non è maturata a pieno. LeRae è un monumento del wrestling indipendente e una delle migliori wrestler della sua generazione e non solo. Farebbe piacere vederla ancora più protagonista nel 2020, magari con un bel regno titolato, magari anche in coppia a puntare ai titoli femminili, visto che non hanno esclusiva di brand. È lei a vincere contro la brasiliana, brave entrambe.

Più che discreta anche la sfida tra Dominik Dijakovic e Bronson Reed. Peccato per il pubblico che non ha saputo regalare la giusta atmosfera durante la contesa. Dijakovic si aggiudica la vittoria e continua la sua marcia verso i piani più alti. Per il rivale aspettiamo buone nuove, vediamo se i dirigenti hanno in serbo un ruolo più alto per lui.

Altro esordio della serata. Shotzi Blackheart fa il suo debutto nel match che la vede contrapposta a Bianca Belair. Ottimo storytelling e sfida equilibrata. Blackheart mette in mostra le sue qualità offrendo una prestazione di buon livello, considerando anche il debutto e tutte le conseguenti componenti emozionali. Alla fine deve arrendersi alla “veterana” Belair che deve sudare le proverbiali sette camicie per batterla. Non mi stancherò mai di ripeterlo, la divisione femminile regalerà ancora tanto spettacolo, è un gioiello.

Piccolo gioiello anche il Main Event. Keith Lee e Lio Rush vs Damian Priest e Tony Nese. Quattro wrestler pazzeschi secondo me, che personalmente apprezzo molto. Match divertente, acrobatico, fisico, a tratti comedy.  Due dei migliori cruisers al mondo e due omaccioni belli grossi tra i migliori atleti in forza a tutta la WWE e non solo. Lee è destinato a vincere l’NXT Championship nel 2020 secondo me, Priest potrebbe cominciare dal North American Championship. Una bella sfida che è stata apprezzata anche dal pubblico pagante, match che dunque ha saputo regalare emozioni e coinvolgere i presenti. Davvero ben confezionato, vincono Lee e Rush e la puntata finisce così.

Serata che ha offerto due debutti e del buon wrestling. Puntata leggera, perfetta per l’occasione natalizia in cui è stata presentata. Che non ha sofferto delle assenze dei tanti big del roster giallo-nero, e questa è sicuramente una cosa positiva.

Augurandovi di nuovo buone feste, vi saluto perché anche per oggi è tutto. Alla prossima.


Continua a leggere
di Roberto Rotonda - 20/12/2019

NXT: Una nuova Regina

Puntata storica dove ad aprire e chiudere abbiamo ben due incontri titolati.

Benvenuti con un nuovo appuntamento dedicato a NXT. Puntata storica dove ad aprire e chiudere abbiamo ben due incontri titolati. L’opener per l’NXT Championship tra Adam Cole e Finn Balor, e il Main Event per l’NXT Women’s Championship tra Shayna Baszler e Rhea Ripley.

E cominciamo proprio dal primo match. Molto bello ed emozionante, entrambi vanno vicino alla vittoria in una sfida molto fisica e equilibrata, con il pubblico che tifa tutte e due le Superstar in un’atmosfera esaltante. Decisivo, inaspettato e clamoroso è il ritorno di Johnny Gargano che causa la distrazione di Balor (e dell’arbitro) e che permette a Cole di prendersi un vantaggio colpendo The Prince nei paesi bassi e poi somministrandogli la sua finisher per il conto di tre che gli vale la vittoria e la difesa del titolo. Gargano poi prende a sediate Balor, vendicandosi dell’attacco subito qualche settimana prima. Poesia allo stato puro, giusto non far perdere Cole e ottima la scelta di farlo vincere in questo modo, non intaccando lo status di Balor da quando ha effettuato il turn heel. Ne vedremo delle belle.

Riproposta ancora la sfida tra Killian Dain e Damian Priest. Il primo domina per quasi tutto il match, ma alla fine è Priest che vince. Dopo tutte le emozioni che hanno aperto lo show, non era facile mantenere vivo l’interesse, invece ci sono riusciti molto bene. Chissà se è finita davvero tra i due.

Molto godibile anche l’incontro tra Cameron Grimes e Kushida. Due futuri Cruiserweight Champions secondo la mia modestissima opinione. Manovre acrobatiche, sottomissioni, strong style, che volere di più? È Grimes che stavolta ha la meglio, risultato giusto per continuare la rivalità. Sempre un piacere vedere talenti del genere in azione.

Bello pure il primo match femminile della serata. Io Shirai e Santana Garrett hanno dato vita veramente a una bella sfida. La nipponica ha vinto, ma la sua avversaria ha mostrato di che pasta è fatta. Se dico che in futuro saranno entrambe protagoniste della scena titolata, non credo di sbagliare. Certo Shirai è già a quel livello, ma dopo questa prova, anche Garrett ha dimostrato (soprattutto a chi non l’ha mai vista lottare) che può stare in quel contesto. E poi nel backstage Dakota Kai ha dichiarato di voler eliminare chiunque per laurearsi NXT Women’s Champion. Non voglio fare l’elenco delle ragazze in forza al brand giallo-nero, ma qua siamo apposto per anni.

Anche questa settimana è tempo di avere un’anteprima di WWE Worlds Collide. Pete Dunne sconfigge Travis Banks dopo un incontro dove tutti e due sono stati sul pezzo. È difficile collocare queste sfide al di fuori del contesto feud/storyline che vanno magari anche a togliere tempo e spazio alle cose prettamente riguardanti NXT. Tuttavia capisco che per vendere un evento dove è presente il brand NXT UK, è quasi obbligatorio far vedere chi saranno i volti che sfideranno il brand originale. Specialmente da quando c’è uno spazio televisivo come quello del network USA.

E arriviamo al Main Event. Alla sfida tra la campionessa Shayna Baszler e Rhea Ripley. Bellissimo, storytelling perfetto a mio avviso. La narrativa del match, un gioiello. Mi ha ricordato molto gli incontri del passato. Baszler ha lavorato sul braccio e la spalla della rivale che, quasi sfinita, sembrava non avere chance. Per poi sfruttare tutte le ultime risorse in essere, complice anche l’empatia venuta a crearsi con il pubblico tutto dalla sua parte. Un clima particolare, da pelle d’oca. Il risultato ha scaturito un match molto ben raccontato, con la vittoria finale di Ripley arrivata dopo una manovra straordinaria. Accolto dall’entusiasmo di tutta la Full Sail University, che è sembrata liberarsi festosamente della cattiva campionessa Baszler. Che è stata assoluta protagonista di questo 2019, andando a vincere addirittura il Main Event di Survivor Series. Vediamo se passerà subito a RAW o a Smackdown come avevo anche suggerito tempo fa, oppure se tutto è rimandato a dopo WrestleMania, magari con l’incognita di una vittoria a sorpresa della Royal Rumble. Sarebbe fantastico.

Come dicevo di recente però, era prevedibile che Ripley vincesse la cintura da qui a breve, è successo prima di quanto mi aspettassi a dire il vero. Però va bene così, è giusto cominciare a puntare su nuovi volti e creare nuove rivalità. Nota non banale, Ripley diventa la prima donna a vincere entrambe le cinture femminili dei rispettivi NXT. Entrando di diritto nella storia della WWE. Bellissimo come si è chiuso lo show, con Superstar e tifosi che hanno riempito il ring per festeggiare con la nostra nuova Regina.

L’australiana ha carattere e talento da vendere, sicuramente anche il suo regno sarà una delizia. Anche per oggi è tutto. Alla prossima.


Continua a leggere
di Roberto Rotonda - 13/12/2019

NXT: Main Event Principesco

Triple Threat tra Lee, Ciampa e Balor. Chi vince affronta Adam Cole, per il titolo, settimana prossima.

Benvenuti con un nuovo appuntamento dedicato a NXT. Puntata che vede come match di cartello, il Triple Threat tra Keith Lee, Tommaso Ciampa e Finn Balor. Chi vince affronta Adam Cole, per il titolo, settimana prossima.

Cominciamo con il match per l’NXT Cruiserweight Championship. Dove il Campione Lio Rush, difende la cintura contro Angel Garza. A differenza dei precedenti scontri, questo parte più come una rissa per poi salire pian piano e raggiungere l’assoluta espressione di lucha libre. Regalandoci ancora una volta uno spettacolo degno di nota. Finale con la vittoria inaspettata del messicano, che si laurea così nuovo NXT Cruiserweight Champion, facendo cedere il rivale. Carina la proposta di matrimonio fatta alla fidanzata a centro ring. Mi aspettavo che Garza prima o poi vincesse il titolo, ma non così presto. Anche perché il regno del Man Of The Hour era stato ben costruito e accompagnato da belle performance. Vediamo che sviluppi ci attendono.

Dopo un’apertura con sorpresa, è il turno di Raul Mendoza vs Cameron Grimes. Mendoza vince dopo che Grimes si distrae per l’arrivo di Kushida, che in segno di sbeffeggio si porta via l’iconico cappello, indossandolo. La rivalità tra il nipponico e Grimes è viva e ben lungi dall’essere culminata. Magari uno sviluppo in chiave titolo Cruiserweight potrebbe arricchirne il senso e dare un avversario bello tosto al fresco campione. Se entrambi non vinceranno il titolo dei pesi leggeri nel loro trascorso a NXT, sarà strano, visto che parliamo di due dei migliori rappresentanti della categoria a livello mondiale.

Anche questa settimana continua la preparazione in vista di WWE Worlds Collide. Da NXT UK arriva Travis Banks, impegnato contro Jaxson Ryker. Dopo una bella sfida, Banks riesce a schienare il rivale vincendo. Andando a pareggiare i conti dopo che settimana scorsa Ohno aveva perso con Riddle. Ne vedremo ancora di sfide tra i due brand fino all’evento.

Nel primo match femminile della serata, si sono affrontate Dakota Kai e Mia Yim. Bella sfida fisica, narrata molto bene visto come le cose sono cominciate a WarGames. Match che mi è piaciuto e che Kai ha vinto con una scorrettezza, andando sempre più a evidenziare il suo lato heel. Quando parlavo di narrativa, evidenzio anche la non resa di Yim che dopo aver subito il conto di tre, ha cominciato una baruffa con l’avversaria. Culminata con un Back Suplex ai danni di Kai finita dalla zona dei tifosi su un bel tavolo apparecchiato per l’occasione. Molto bene la scena femminile, come al solito.

Buono anche il match tra Breezango e Singh Brothers. Una sfida equilibrata che alla fine i primi vincono con merito. Mi auguro che ai due indiani sia data più visibilità seria come coppia, sarebbero una buona giunta alla categoria. Non sono due pagliacci, ecco. Fandango e Breeze vinceranno i titoli in futuro, sono troppo over con i fan.

Ancora spazio per le ragazze. Kayden Carter affronta Bianca Belair. La prima è autrice di una prova ammirevole, ma nulla può contro la EST Of NXT che alla fine riesce a avere la meglio. Un buon match per entrambe, Carter ha mostrato le sue qualità e sicuro gli sarà dato altro spazio nell’immediato. Se penso a Deonna Purrazzo, Chelsea Green, Santana Garrett e alle altre che ancora non vediamo stabilmente in TV, mi entusiasma la tanta qualità che ha il roster femminile. Potrebbero fare un nuovo brand di sole ragazze. NXT Women, sai che divertimento.

Divertimento che non è mancato di certo nel Main Event. Dove Lee, Ciampa e Balor hanno fatto un buonissimo match. Equilibrato e con vari spot notevoli. Pulito, senza interferenze, bello proprio. Nonostante le previsioni potevano far pensare come detto già una settimana fa, alla consacrazione definitiva del Limitless, non è stato lui a spuntarla. Ma Finn Balor che ha vinto schienando proprio Lee dopo che quest’ultimo aveva messo fuori dai giochi Ciampa. Dopo la Spirit Bomb sullo Psycho Killer infatti, The Prince ha effettuato la Coupe De Grace su Lee. Così si è aggiudicato la possibilità di diventare il nuovo NXT Champion, quando nella prossima puntata di NXT sfiderà Adam Cole.

Una scelta che ci sta, visto il passato di Balor e il suo starpower di gran lunga superiore a quello di praticamente chiunque all’interno del roster giallo-nero. Scelta che non ridimensiona assolutamente quanto fatto dalle altre due Superstar che, sicuramente, saranno ancora protagonisti del Main Card.

Altro episodio molto interessante, ben costruito a livello narrativo. Questo non fa che accrescere l’attesa per il prossimo. Dove avremo sia il match per l’NXT Championship tra Adam Cole e Finn Balor, sia quello per l’NXT Women’s Championship tra Shayna Baszler e Rhea Ripley. Non ci resta che aspettare impazienti.

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.


Continua a leggere