NXT

NXT: They always find The Way

NXT: They always find The Way

Street Fight Match femminile titolato nel Main Event

NXT Pubblicato in data 06/05/2021 da Roberto Rotonda

Bentornati con il classico appuntamento settimanale dedicato a NXT.
Show sempre in forma che vede nel Main Event, lo Street Fight Match per gli NXT Women’s Tag Team Championships tra le Campionesse in carica Ember Moon & Shotzi Blackheart e le sfidanti Candice LeRae & Indi Hartwell, la proverbiale ciliegina sulla torta di questo episodio.

 

Le quattro protagoniste danno vita a un match che è a mani basse lo show stealer della serata. E dal quale una cosa salta subito all’occhio, l’enorme differenza tra il peso delle cinture a NXT e la sua controparte main roster WWE. Dove con Jax & Baszler, in teoria due su cui poter costruire un regno serio e importante, si è scelta la via della macchietta, svalutando i titoli e rendendoli semplici oggetti di contorno. Ma per nostra grazia c’è NXT e ci sono quattro lottatrici che sono già il presente e il futuro roseo della divisione. E a cui viene affidato il Main Event con una stipulazione speciale che è al 99,9% sinonimo di garanzia.
Incontro davvero bello, le ragazze non si risparmiano offrendo vari spot anche rischiosi. Portando sul quadrato tutta la voglia di voler difendere o vincere i titoli a ogni costo, evidenziando come essere le campionesse di coppia significa tanto. Ma questo si era già visto con Raquel Gonzalez, che poi è diventata NXT Women’s Champion. No, non è un caso, sono segnali abbastanza forti.
Le due coppie si erano già affrontate con i titoli in palio qualche settimana fa, e le campionesse erano rimaste tali. Dunque, in linea con una storia che può proseguire ancora senza perdere interesse, trovo sensata la vittoria Indi Hartwell & Candice LeRae che sono diventate così le nuove NXT Women’s Tag Team Champions, vincendo in modo vile, LeRae (che finalmente vince una cintura in WWE) ha usato un tirapugni prima di mettere definitivamente K.O. Blackheart con la Wicked Stepsister su una sedia, nonostante si trattasse di uno Street Fight Match. Enfatizzando maggiormente il loro essere heel. Prestazione comunque superba per tutte, con le due The Way che finalmente trovano la gloria dei titoli che, narrativamente, sono sempre sembrati più un pallino di LeRae. La Signora Gargano anche in questo episodio è riuscita a eliminare ogni traccia di Dexter Lumis per non far distrarre la compagna. E questa è l’ennesima nota positiva. Perché mette sul piatto una variante, Lumis, che prima o poi porterà Hartwell (che migliora di settimana in settimana) ad accorgersi di come il suo fidato mentore la stia manipolando nascondendole la verità e dunque sarà interessante vedere che effetto avrà sulle fresche Campionesse.

 

La The Way nell’economia della puntata ha un ruolo totale, e non solo per le donne. Austin Theory e Johnny Gargano sono protagonisti di un segmento poco PG quando Theory, nell’ufficio di Regal, sembra alludere alla grandezza dei seni della bella Scarlett (presente per trattare gli affari di Kross) con un doppio senso che in realtà è rivolto alle unghie delle mani della ragazza. Ciò porterà non solo all’annuncio del match tra il Campione di NXT e Theory la settimana prossima, ma anche all’attacco della parte maschile della The Way nel segmento che vede Karrion Kross impegnato con Pete Dunne, Kyle O’Reilly e il rientrante Finn Bálor. I tre vogliono ancora essere Campioni, nasce una rissa e alla fine proprio i The Way mettono al tappeto Kross. Ciò non solo continua a dare importanza e peso alla The Way, ma è testimone di come oramai O’Reilly è considerato un top card guy e su Dunne si sta lavorando in quella direzione. Bálor, che non ha più nulla da dimostrare e a cui di certo non serve un titolo per essere protagonista, può essere la chiave per elevare definitivamente entrambi.

 

È successo tanto altro. Nell’opener Isaiah “Swerve” Scott ha sconfitto Leon Ruff dopo un bel Falls Count Anywhere Match grazie all’aiuto decisivo di AJ Francis, che già avevamo visto con Scott in qualche vignetta recentemente. È innegabile come i due ragazzi si tanno impegnando al meglio per offrire un feud interessante, dal quale abbiamo Scott e la sua nuova stable, composta anche da Ashante Adonis e Briana Brandy. Scott nonostante la stipulazione non riesce a battere da solo Ruff, e questo forse basta ad allungare ancora una faida che per il momento rimane buona.

 

Cameron Grimes vince contro Asher Hale ma più dell’incontro in sé, mi sembra doveroso soffermarsi su quanto sia importante che al ragazzo è stata affiancata una leggenda come Ted DiBiase. Che rivediamo ancora in un segmento dove, di nuovo, manda su tutte le furie Grimes impartendogli una bella lezione sulla riccanza. Non sono scelte dettate dal caso, ricordatevelo sempre.

 

La categoria maschile di coppia non è da meno in questo episodio. Che vede l’inserimento definitivo di Tommaso Ciampa & Timothy Thatcher nel quadro dei titoli. I due sconfiggono i Grizzled Young Veterans dopo un match molto rude e fisico. Inoltre vincono in modo scorretto quando, con l’arbitro distratto, Thatcher colpisce Gibson con una scarpa in testa per poi sottometterlo alla fujiwara armbar.
Nello stesso quadro restano i Legado del Fantasma che lanciano una sfida ai Campioni MSK. In un segmento dove il loro leader Santos Escobar continua a risaltare l’importanza del titolo dei pesi leggeri e il suo retaggio nella divisione. Kushida risponde presente e annuncia il re-match tra i due. Bello, bello, bello.

 

LA Knight sconfigge Jake Atlas in un match che ben svolge il suo ruolo riempitivo, sono altri gli scenari che mi aspetto per Knight, e a mio avviso riguardano almeno uno dei due titoli singoli. Ma ci arriveremo, parliamo di uno che buca lo schermo come pochi ed è capace di ingraziarsi o inimicarsi il pubblico in maniera davvero naturale senza troppi sforzi.

 

Sarray vince contro Zayda Ramier, in un match dove entrambe danno seguito ai recenti successi con una prestazione più che positiva, altro bel segnale dalla divisione.
Il confronto verbale a distanza tra Raquel Gonzalez e Mercedes Martinez invece è efficace il giusto, senza eccedere troppo, le due riescono a dare risalto al match per il titolo che le vedrà protagoniste la settimana prossima.

 

Un episodio che ci ha dato due nuove campionesse di coppia e qualche spunto nuovo su cui riflettere. Compresa l’ennesima vignetta a tema The Diamond Mine, su cui si sta tanto fantasticando on line. Segno che il management riesce sempre a catturare l’attenzione.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.



Fight Planet Italia

NXT Pubblicato in data 14/06/2021

NXT TakeOver: In Your House 2021

Analisi TakeOver.

Bentornati con il consueto appuntamento dedicato a NXT.
NXT TakeOver: In Your House 2021 si rivela, come sempre per il brand quando si tratta dei suoi TakeOver, un evento solido, scorrevole e molto bello da vedere.

 

Non abbiamo alcun cambio di titolo, ma vista la card, era davvero molto difficile pensare il contrario.

 

La serata si è aperta con il Winners Take All Six-Man Tag tra il trio composto da Bronson Reed (North American Champion) e gli MSK (Tag Team Champions) e i Legado del Fantasma. Ottimo opener che però non aveva grosse riserve in merito a un possibile passaggio di consegne. Ma i sei protagonisti non hanno disatteso le aspettative offrendo una gran bella prova.

 

Bello anche il match tra Marcedes Martinez e Xia Li, che eleva la cinese e ne attesta tutti i miglioramenti fatti nell’ultimo biennio. La vittoria di Li non sorprende. E il fatto che Martinez a fine match prima la prende a sediate e poi va contro Mei Ying, avendo la peggio, non intacca lo status della latina. Ma anzi mette una marcia in più al feud che, con questi accadimenti, sembra andare a continuare in maniera lineare.

 

Godibile anche il Ladder Match per il Million Dollar Championship tra Cameron Grimes e LA Knight. I due riescono a risaltare sul ring lo storytelling che li ha visti protagonisti davvero in ottimo modo. Non manca qualche spot tipico dei match con le scale. Sotto gli occhi di un attento Ted DiBisae, è LA Knight a aggiudicarsi la vittoria. Fino a ora tutto molto ben costruito. Sicuramente sono stati scelti i due characters più indicati per dare rilievo a una rivalità di questo tipo. Adesso è interessante vedere come e fino a quando la federazione proseguirà con questa particolare cintura, aspettandoci ovviamente il re-match.

 

Re-match che potrebbe richiedere anche Ember Moon, che non è riuscita a sconfiggere Raquel Gonzalez. Troppo presto per terminare il regno di NXT Women’s Champion della latina, che mette in scacco un’altra vittoria contro un’avversaria importante, confermando di meritarsi la fiducia in lei riposta dal management. Uguale il discorso per Moon, che ha sfruttato ottimamente l’occasione, mostrando di avere buonissima alchimia con Gonzalez. Un bene rivederla nel giro del titolo, che potrebbe anche vincere nuovamente in futuro. Dakota Kai e Shotzi Blackheart sono state protagoniste di secondo piano, ma comunque inserite molto bene nel contesto del match. Kai ha salvato un paio di volte l’amica dalla sconfitta, Blackheart è arrivata dunque per toglierla di mezzo e garantire un match pulito. La cosa continua, e va bene così.

 

A chiudere le questioni del ring, è il Fatal-5-Way dove Karrion Kross ha difeso con successo l’NXT Championship contro Adam Cole, Kyle O’Reilly, Johnny Gargano e Pete Dunne. È stato l’incontro su cui hanno costruito l’evento, mettendo contro cinque dei migliori WRESTLER di tutta la WWE e di tutto il pro-wrestling in generale che hanno dato vita a una contesa davvero straordinariamente interpretata sia a livello narrativo-psicologico, sia per il meraviglioso lottato portato in scena. D’altronde quando hai la possibilità di avere cinque lottatori che possono mixare diversi stili di lotta, non può non essere così. Sfido a trovare un appassionato di wrestling, magari “tifoso” di qualsivoglia compagnia, a vedere questa perla e dire che non l’ha trovato bello. Nonostante il risultato fosse abbastanza scontato, l’incontro è risultato davvero a tratti incerto, con il Campione che è parso andare più volte vicino alla capitolazione. O’Reilly è quello che “perde” il match, perché cade preda della letale Kross Jacket che gli fa perdere i sensi. Ovviamente a aumentare la sua aurea di Super Superstar è Karrion Kross. Ma tutti escono sufficientemente rafforzati da questo Main Event e tutti potranno essere ancora tranquillamente protagonisti del giro del titolo massimo.

 

Che magari nel futuro subirà anche qualche sorpresa. Infatti un William Regal abbastanza emotivamente preso, annuncia al mondo che c’è in vista aria di cambiamento a NXT. Che cosa vuol dire? C’è chi ci vede un riferimento al noto rumor della collaborazione con la NJPW, chi ipotizza altre più improbabili teorie. Lo sapremo solo nelle prossime settimane.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.

 


Fight Planet Italia

NXT Pubblicato in data 10/06/2021

NXT: Pronti a tornare nelle nostre case

Ultimo peisodio prima di In Your House 2021.

Bentornati con il classico appuntamento settimanale dedicato a NXT.
Episodio davvero ben strutturato, che riesce nell’intento di andare a mettere più hype a un NXT TakeOver: In Your House 2021 davvero costruito molto bene.

 

Sempre un piacere notare come quando si tratta di NXT, ogni cosa è curata al dettaglio e inserita in un contesto ottimale, nonostante magari lo spettatore non se lo aspetta. Prendete la presenza di Poppy, la giovane artista che spesso collabora con NXT, è funzionale e totalmente a suo agio nell’essere una delle figure chiavi dell’episodio. È lei a fa intristire Indi Hartwell, quando abbraccia affettuosamente Dexter Lumis che gli ha regalato una delle sue opere di disegno, con la conseguenza della lamentela di Candice LeRae che la chiama a un confronto. Confronto che porta al ritorno di Io Shirai che si fa carico di difendere la cantante. Il segmento che ha preceduto tutto poi, ha coinvolto anche Triple H e William Regal, in uno dei momenti più divertenti e strani di sempre.

 

E continuando a parlare di scenario femminile. La vittoria di Mercedes Martinez che annienta la debuttante Amari Miller nonostante l’attacco subito prima del match per mano di Xia Li, è il modo di rendere più atteso il loro scontro di domenica.

 

Molto più bello, logicamente, il Main Event tra Ember Moon e Dakota Kai. Che si sono affrontate in una contesa davvero ben riuscita. Dal punto di vista del lottato e anche della narrativa. Che ha portato alla vittoria di Moon per squalifica, dopo che Raquel Gonzalez l’ha colpita. Non sembra però essere arrivata l’ora dello stop al regno della NXT Women’s Champion, che anzi uscirà da TakeOver avendo sconfitto una delle migliori Campionesse nella storia del brand, elevando così maggiormente il suo status. Sarei molto sorpreso accadesse il contrario.

 

Al dettaglio curata anche la card del prossimo TakeOver. Che passa dunque da questa tappa ultima cruciale che vede ancora MSK e Bronson Reed scontrarsi verbalmente con i Legado del Fantasma. Con i latini che vanno a sfidare i tre rivali in un Winner Take All Six-Man Tag Match con in palio sia gli NXT Tag Team Championships sia l’NXT North American Championship. i campioni dovrebbero restare tali, ma una stipulazione simile tiene aperta ogni possibilità.

 

Dal sapore quasi poetico la costruzione del feud tra LA Knight e Cameron Grimes. Sempre detto su queste pagine che non si cita Ted DiBiase così spesso per caso. Infatti il Million Dollar Man è arrivato, a piccole dosi, a essere quasi lui il protagonista. Di sicuro è lui il fulcro delle attenzioni dei due contendenti, che ora oltre ad accaparrarsi i favori di DiBiase, avranno occasione di mettere le mani sul leggendario Million Dollar Championship. E lo faranno in un Ladder Match proprio a TakeOver. Una stipulazione speciale per un alloro prestigioso e iconico per la memoria dei fan, e parliamo di Mid Card. Chapeau.

 

La vittoria dei Grizzled Young Veterans su August Grey & Ikemen Jiro non fa notizia, ma è utile a favorire l’ennesima querelle tra i britannici e la coppia Tommaso Ciampa & Tiimothy Thatcher. Con l’epilogo del Tornado Tag Match che vedremo la prossima settimana.

 

Discorso abbastanza simile, quantomeno per il non far notizia, lo facciamo per la vittoria di Isaiah “Swerve” Scott contro Killian Dain, che ha visto il coinvolgimento della Hit Row e di Drake Maverick. Anche qui però abbiamo un risultato scontato visto l’attuale momento della fazione di Scott, che però è uscito vincitore dopo una sfida per nulla facile, che tiene aperta la rivalità per le prossime settimane.

 

Bello l’opener tra Austin Theory e Oney Lorcan, che quest’ultimo ha portato a casa anche perché Theory si è lasciato distrarre dalle schermaglie fuori ring tra Johnny Gargano e Pete Dunne.

 

Che hanno poi chiuso lo show nel confronto tra Karrion Kross e i suoi quattro sfidanti. Dove oltre ai due sopracitati, si è palesato anche Kyle O’Reilly. Adam Cole ha fatto buon viso a cattivo gioco, presenziando solo via video, per poi apparire all’ultimo dopo che la cosa aveva preso la solita brutta piega, sfociando in uno scontro fisico tra i protagonisti. È stato Cole a chiudere da trionfatore. Un po’ come per il discorso legato al titolo femminile, mi viene difficile pensare a un cambio di titolo. Ma qui il MA è più centrato e logico. Trattasi di Fatal-5-Way, quindi c’è soprattutto l’imprevedibilità degli eventi a farla da padrone. Anche se personalmente la vedo come più il voler alzare il valore di Kross, facendogli sconfiggere quattro delle migliori stelle del Black&Gold Brand in un sol colpo. D’altronde la narrativa ci dice già qualcosa, O’Reilly unico face che sconfigge tutti i cattivoni in una sola notte pare improbabile, a meno che non si voglia farne il Più Grande NXT Champion di Sempre, ma ripeto PARE IMPROBABILE. Gli altri sono invischiati in beghe personali che possono addirittura favorire il Campione. Cole praticamente va a infilarsi in u 4 vs 1 iniziale, visto l’odio che è maturato nei suoi confronti. Difficile ipotizzare un suo successo.

 

Domenica è alle porte, mettiamoci comodi che il divertimento è assicurato.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.


Fight Planet Italia

NXT Pubblicato in data 27/05/2021

NXT: Una puntata normale, ma di qualità

NXT continua a lasciarsi vedere con piacere.

Bentornati con il classico appuntamento settimanale dedicato a NXT.
Puntata forse meno scoppiettante del solito questa settimana. Non ci sono cose negative da segnalare comunque, il che è sempre un bene. Da registrare il debutto in ring di Franky Monet, oltre al solido Main Event con il titolo di NXT Champion in palio tra Karrion Kross e Finn Bálor.

 

E cominciamo proprio dalla prima esibizione sul quadrato di NXT per Franky Monet, nella vittoria contro Cora Jade. La Wera Loca appare in forma e pronta a scalare in fretta le vette. L’ho già detto e, a costo di essere noioso oltre che ripetitivo, ribadisco che è difficile pensare non diventerà Women’s Champion in futuro.

 

Mercedes Martinez anche è vittoriosa. Sconfigge Zayda Ramier, è comunque il misterioso inserimento della Tien Sha a catturare l’attenzione. Stanno cercando di portare Martinez dalla loro parte o meno, è sicuramente uno spunto utile per aprire una storia nuova.

 

Il match tra Ember Moon & Shotzi Blackheart opposte a Raquel Gonzalez & Dakota Kai è stato piacevole e intenso. Ci ha ribadito ancora come la NXT Women’s Champion sia la forza dominante del brand al femminile. Nonostante la sconfitta, infatti è lei a avere l’ultima parola, attaccando Blackheart con Moon costretta a guardare bloccata da Kai. Niente split per ora, le due viaggiano all’unisono, ma certamente ci aspettiamo una svolta. Anche se non dallo slpit immediato, quantomeno da uno scossone dalla divisione per dare a Gonzalez un’avversaria.

 

Avversario che sembra aver già trovato il nuovo NXT North American Champion Bronson Reed. Trattasi di Santos Escobar, sempre più a suo agio nel ruolo dell’Imperatore della Lucha Libre. Nord America vuol dire anche Messico secondo lui, dunque la cintura gli appartiene e se la prenderà. Una piccola forzatura che comunque non stona con la megalomania del personaggio, che anche al microfono si è dimostrato sempre super affidabile da quando è arrivato. Pensare che la gente si “strappa i capelli” per Andrade (grande wrestler senza dubbio, ma come ce ne sono tanti oramai in giro per il mondo), quando Escobar garantisce match di qualità, ha un character facilmente riconoscibile che interpreta impeccabilmente e parla inglese in maniera perfetta. POTREBBE ESSERE UN TOP ANCHE NEL “MAIN ROSTER” ma questa è solo una considerazione personale, ovviamente.

 

Avevo hype per il ritorno sul ring di Bobby Fish, non tanto per il risultato fin troppo scontato del suo incontro contro Pete Dunne (con il britannico che ha vinto), ma più per vedere come il match sarebbe cresciuto e impostato. E bene non sono rimasto deluso. Tanto equilibrio e l’attacco finale di Lorcan nel post match, che porterà alla vittoria di Fish contro quest’ultimo al 99,99999% in futuro. Con la scomparsa della Undisputed Era, è difficile trovare una collocazione chiara per l’ex Campione di Coppia, ma confido nel team creativo, Fish è ancora una risorsa importante, anche in singolo. Dunne lo sapete, va verso i piani alti.

 

Altissimi i piani quando si parla di una delle più grandi leggende della storia, Ted DiBiase. Che si confronta con Cameron Grimes nello scontro tra milionari, il tutto finisce con l’arrivo di LA Knight che colpisce Grimes. Con DiBiase che se la ride alla sua inconfondibile maniera. Un feud tra i due può sicuramente essere una buona mossa, con l’aggiunta di DiBiase, che è parso più essere dalla parte di Knight, abbiamo del buon materiale per mantenere interessante lo show.

 

Che si è chiuso con un Main Event sì solido, ma senza alcuna sorpresa. Kross vince e mantiene la cintura. Incontro fisico e intenso. Che il nostro si aggiudica anche grazie ai sussurri della sempre presente Scarlett, la quale è forse la vera essenza per il successo del Campione, addirittura facendo perdere i sensi a Bálor (con il feud che si presume chiuso del tutto) , rafforzando così la sua posizione e il suo status di NXT Champion. Pare difficile ora intravedere un avversario che possa sconfiggerlo nell’immediato, il che rende sicuramente molto appetibili gli scenari sul futuro di Kross e del suo titolo.

 

Anche per oggi è tutto. Alla prossima.